mercoledì 15 marzo 2017

Metodo FlyLady: si va avanti

Terza puntata sulla mia esperienza FlyLady: al termine dei BabyStep, si inizia con l’uso ordinario del metodo. 
Il metodo prevede di dividere la casa in “zone”, procedendo settimanalmente a occuparsi di una zona diversa. Punti focali sono le missioni e l’home blessing. Le missioni sono compiti giornalieri, di solito piuttosto veloci da sbrigare: il gruppo di cui sono membro indica puntualmente ogni domenica di quale zona ci stiamo occupando e quali saranno le missioni della settimana, da suddividersi fra i giorni come preferiamo. Basta segnarli in agenda. In caso la missione non ci serva, si può sostituire con una “pulizia dettagliata” nella stessa zona da scegliere in un apposito elenco.
 L’home blessing è invece una sessione che si tiene una volta a settimana di circa un’ora di pulizie, suddivise fra aspirapolvere, lavaggio pavimenti, cambio lenzuola e altre attività. Idealmente, ogni attività dovrebbe richiedere una decina di minuti.

Ogni giorno della settimana, nel metodo FlyLady, è poi dedicato a qualcosa: c’è il giorno anti procrastinamento, in cui fare tutte quelle cose che per un motivo o per l’altro rimandiamo sempre, il giorno in cui fare qualcosa dedicato a se stessi e quello per le faccende fuori casa.
In questa fase, forse ancora più che per i BabyStep, secondo me è praticamente obbligatorio farsi seguire in un gruppo.


Un aspetto positivo di questo metodo è che insegna a organizzare i lavori, non a farli: ognuno può scegliere come vuole pulire. C’è chi si rifiuta categoricamente di usare detersivi ma solo roba “naturale”, chi invece stermina la fauna ittica un giorno sì e uno anche campando giù l’acido muriatico a secchiate nel gabinetto, chi lava il pavimento con il mocio e chi è un purista dello straccio… Nell’apposito gruppo gemello in cui sono iscritta su Facebook è consentito chiedere e ricevere consigli o suggerimenti, ma non giudicare i modi altrui. Che se c’è una cosa che detesto al mondo sono quelli che «Solo io pulisco bene, gli altri sono tutti lerci». Vi ho già raccontato cosa penso dei maniaci della pulizia, sì?

Nessun commento:

Posta un commento

Dite la vostra che io ho detto la mia.